La vigna

E’ fondamentale chiarire che le caratteristiche e le qualità di un vino non dipendono dal ceppo usato, infatti, se così fosse,  il Nero d’Avola, il Merlot o il Cabernet, sarebbe uguale in ogni regione d’Italia. Questo ci porta alla naturale considerazione che sicuramente diversi fattori contribuiscono alla riuscita di un vino.

Certamente la qualità del vitigno e le sue caratteristiche tipiche sono importantissime, ma altrettanto importante è quanto queste qualità vengono valorizzate scegliendo la giusta collocazione geografica e microclimatica (quella complessa interazione di fattori che i francesi chiamano "terroir"), nonchè un ineccepibile lavoro in vigna, fatto prima di tutto di basse rese per ettaro. Poi c'è il metodo di raccolta, la selezione dei grappoli, le tecniche di vinificazione condotte con rigore scientifico ma anche con quell'istinto che un buon enologo deve possedere.

La cantina Palmeri da sempre è alla ricerca della perfetta armonia tra la natura e la sapiente arte della vinificazione.

Terre biologiche, leguminacee tra i filari, cura della vite sono i principi cardine della nostra produzione.

10 Ettari di vigneto coltivati a spalliera vengono “accarezzati” dalla brezza marina e “protetti” dai monti circostanti.

La produzione subisce a giugno una forte riduzione, lasciando sulla pianta circa 800 Gr.

La raccolta avviene intorno alla metà di Agosto, rigorosamente a mano e depositata su piccole ceste.

Le uve raccolte, vengono poi selezionate prima di essere diraspate.

Da questo momento in poi il “miracolo” avviene in cantina dove tutte le operazioni vengono svolte rigorosamente da personale altamente qualificato.